Il meglio della settimana: l'amore trionfa sempre

Inuit canadesi che gridano, video psych animati che manco Yellow Submarine e coppie che fanno pace per migliorare il vostro agosto.

|
24 agosto 2016, 8:51am


Quando eravamo giovani :))))

Agosto non è ancora finito, Milano si riesce ancora a girare in macchina senza bestemmiare e tutti i tamarri che sono andati a comandare in Salento stanno tornando alle loro posizioni di partenza. Sono cose belle, no? Lo sono. Ma non dobbiamo certo farcele bastare, dato che ne sono successe anche nel fantastico mondo delle note musiali. Eccone alcune capitate questa settimana, selezionate dalla redazione di Noisey.

IL VIDEO DI SUBWAYS DEGLI AVALANCHES

Potete pure dare soldi a Gondry, Jonze, Cunningham o al fantasma di Hitchcock e fargli dirigere il vostro video, ma la verità ineluttabile è che i clip musicali più belli sono quelli animati. Non conosco una persona nata negli anni Novanta che non abbia sognato di giocare al videogioco del video di "Californication" dei Red Hot Chili Peppers, e non ho ancora visto un clip che mi tenga attaccato allo schermo come quello di "Remind Me" dei Röyksopp. Quello di "Subways" degli Avalanches, a cura dei francesi Mrzyk & Moriceau, è un viaggione psichedelico nella metropolitana di New York migliore di quello che avete fatto quella volta che eravate là in vacanza e avevate cercato di tornare a casa dopo aver preso una pasta di troppo.

BIG BOI E KILLER MIKE PUBBLICHERANNO UN EP ASSIEME

Tour di reunion con André 3000 a parte, non che Big Boi abbia fatto cose particolarmente piacevoli negli ultimi anni: ha fatto uscire un EP un po' loffio con i Phantogram, ha scritto una canzone idiota su Daenerys Targaryen ("So fuck the Lannisters and everyone that ride with 'em / Jon Snow and the Night's Watch finna slide some iron in 'em!"), ci ha letto delle storie di natale. Invece, Killer Mike sta buttando fuori le cose migliori della sua carriera con i Run the Jewels. Speriamo quindi che il loro EP collaborativo, che uscirà dopo il nuovo album solista di Big Boi, pare, possa o consolarci se questo si rivelerà un po' meh o coronare il grande ritorno di una leggenda del rap di Atlanta.

IL VIDEO DI THE MYTH ARC DEI THE BODY

Avete presente quella regola non scritta della paura per cui meno fai vedere una cosa più ti sale dentro quel terribile presentimento che tutto sta per andare in merda? Ecco, il nuovo video dei The Body—che sono usciti quest'anno con quel grande disco che si chiama No One Deserves Happiness ed è la colonna sonora perfetta per la vostra discesa agli inferi, sporchi laidi peccatori che non siete altro—la segue alla lettera. Non succede niente, nel clip di "Myth Arc", ed è proprio la musica a rendere la normalità così tesa. La vera paura sta in un litigio che non riesci a evitare, in quel presentimento che qualcosa stia per andare male che ci fa guardare fuori dalla finestra.

TANYA TAGAQ – AORTA

Tanya Tagaq è una nativa canadese della tribù Nunavut che canta in un modo che in inglese si dice "throat singing" (in italiano "canto di gola" suona malissimo, no?). Qualche anno fa ha vinto il Polaris Prize, cioè l'equivalente canadese del Mercury o del Premio Tenco (HAHAHAH) con il suo album d'esordio Animism, una sleppa di violenza avant-garde che dovreste ascoltare subito. Ora, la Tagaq ha annunciato un nuovo album—Aorta, fuori il 18 novembre—e quella qua sopra è la titletrack. Ha dentro tutto il dolore che potete immaginare prova una persona la cui società è stata spazzata via senza pietà da un'orda di colonialisti coi baffi e i fucili.

DIPLO E M.I.A. HANNO FATTO PACE :'-)

Vedete questo embed qua sopra? Ha dentro "Bird Song", un brano tratto dal nuovo album di M.I.A., che è stato sia prodotto che remixato da Thomas Wesley Pentz, che si fa anche chiamare Diplo, cioè lo zio che con i Major Lazer ha creato la formula pop contemporanea che tutti copiano. C'era un tempo in cui Maya e Diplo stavano assieme e producevano hit incredibili; poi invece hanno litigato di brutto e non si sono più cagati per un sacco di anni dicendosi cattiverie e facendosi gli scongiuri. Ora, a quanto pare, si sono trovati una domenica pomeriggio in un pub sulla via che porta giù da Hampsted Heath verso Kentish Town un'assolata domenica di inizio estate, si sono bevuti un birrino fumandosi due paglie e han deciso che in fondo, dai, magari potevano anche smetterla di starsi sul cazzo. Yay!

Segui Noisey su Facebook:

Noisey Italia