Rihanna ha fatto causa a suo padre

La cantante sostiene che il padre abbia usato il suo nome per scopi commerciali a sua insaputa.

|
16 gennaio 2019, 2:49pm

Foto: Don Arnold/WireImage

Oggi, secondo quanto riportano TMZ e Pitchfork, Rihanna ha fatto causa a suo padre, Ronald Fenty, sostenendo che stesse utilizzando il nome di lei a sua insaputa per scopi commerciali. La disputa sul nome Fenty è un po' complicata. I documenti legali suggeriscono che Ronald Fenty e il suo socio Moses Perkins abbiano fondato Fenty Entertainment nel 2017 dopo che la cantante aveva già registrato il marchio del suo cognome per le sue operazioni nel campo della cosmetica e della moda.

La causa riporta che i proprietari di Fenty Entertainment—Fenty e Perkins—avrebbero tentato di bloccare Rihanna in un contratto da 15 concerti in America Latina dal valore stimato di 15 milioni di dollari, oltre a una serie di concerti a Los Angeles e Las Vegas, secondo The Blast. Nei documenti, ottenuti da Pitchfork, la cantante insinua che suo padre e Perkins abbiano "usato queste menzogne nel tentativo fraudolento di reclamare milioni di dollari da terze parti inconsapevoli in cambio della falsa premessa che fossero autorizzati ad agire per conto di Rihanna e/o che Rihanna si sarebbe esibita in vari luoghi in giro per il mondo".

La cantante sostiene che esistano lettere di diffida mandate a Fenty dopo che lui aveva tentato di registrare il loro cognome per una catena di hotel. Secondo le carte processuali, Fenty e Perkins avrebbero "vergognosamente e fraudolentemente fatto passare nei confronti di terze parti la propria compagnia Fenty Entertainment, LLC, come affiliata a Rihanna, e che avesse l'autorità di agire per suo conto".

Noisey USA ha contattato dei rappresentanti di Def Jam per ulteriori dettagli.

La versione originale di questo articolo è apparsa su Noisey US.