Fatti un ponte sperimentale a Heart of Noise

Tre giorni di elettronica, noise e ambient appena oltre il confine, con Psychic TV, Jenny Hval, Fennesz, Basinski e molti altri.

|
19 aprile 2017, 9:09am


Il ponte del due giugno è sempre uno dei migliori: arriva quando l'estate è lì lì per palesarsi, grida "gita" da tutti i pori ed è un'ottima occasione per farsi delle gran canne e svegliarsi a mezzogiorno festeggiare la Repubblica Italiana. Ma a volte anche l'orgoglio nazionale deve farsi da parte quando, appena oltre il confine, ci sono cose piuttosto belle da fare. Heart of Noise è una di queste. È un festival, che si terrà tra venerdì 2 e domenica 4 giugno, a Innsbruck, in Austria. La line-up è piuttosto stellare se vi piacciono le cose sperimentali, d'avanguardia, post-qualcosa d'altro, elettroniche, ambient e così via. Lo dimostra la foto qui sotto, che riporta un cartellone non ancora completo. 

Come potete notare, ci sono un sacco di bellezze. Gli Psychic TV di Genesis P-Orridge sono da vedere almeno una volta nella vita, Jenny Hval ha pubblicato quel piccolo capolavoro di melodia complessa che è Blood Bitch, i Monolake sono una garanzia di minimalismo, quel maestro di Fennesz si esibirà con il trombettista norvegese Arve Henriksen e quando succede è sempre una figata d'armosfera, E.E.K. & Islam Chipsy porteranno tra le Alpi il mahraganat che sta facendo impazzire l'Egitto, gli Amnesia Scanner fanno i ritmi storti e splendidamente scavati come nessuno, William Basinski è una garanzia di trascendenza. 

Poi ci sono nomi ottimi anche tra quelli piccolini—per dire, Forest Swords è fresco di contratto con Ninja Tune e sta per uscire con un nuovo album e Huerco S. ha scritto il disco ambient più bello del 2016. L'abbonamento per i tre giorni costa un nonnulla tutto compreso, solo 39 euro. Fateci un saltino. 

Segui Noisey su Twitter e Facebook.