WikiLeaks ha pubblicato le email sugli alieni di Tom DeLonge al team di Hillary Clinton

Il 2016 è già stato piuttosto strano, come anno. Magari finirà con qualche rivelazione clamorosa sulla vita extraterrestre da parte del tizio che cantava "I wanna fuck a dog in the ass" nei blink-182, perché no.

|
11 ottobre 2016, 12:54pm

Di Tom DeLonge si è parlato molto negli ultimi mesi, ma praticamente mai per la sua musica. Qualche tempo fa ha dichiarato, in un'intervista a Rolling Stone, che uno dei motivi per cui aveva lasciato i Blink-182 era la sua volontà di concentrarsi sulle sue ricerche sugli UFO, a cui tiene particolarmente. Poi ha pubblicato un libro assieme allo scrittore A.J. Hartley, Sekret Machines, il primo di una serie dedicata agli UFO "contenente fatti reali e altre verità riferite da fonti interne all'esercito e all'intelligence." Insomma, una sorta di Codice Da Vinci, ma con gli alieni.

Ora che avete un'idea della situazione, possiamo parlarvi degli ultimi sviluppi a riguardo. Wikileaks ha condiviso una serie di email mandate da DeLonge al manager della campagna elettorale di Hillary Clinton, John Podesta​, che in passato ha lavorato per Obama e Bill Clinton. L'anno scorso, Podesta ha twittato​ che "il suo più grande fallimento del 2014 è stato non garantire la pubblicazione dei file sugli UFO", firmandosi con l'hashtag "la verità è ancora là fuori." 

Una delle email, che risale a ottobre 2015, suggerisce che i due stavano comunicando da tempo riguardo a un "argomento sensible", con DeLonge che suggeriva di incontrarsi con Podesta e altre due persone per parlare della cosa.

"Penso troverà [le persone] molto interessanti, dato che erano in posizioni di leadership legate al nostro argomento sensibile. Entrambi avevano la responsabilità di divisioni piuttosto fragili, entrambe legate a tematiche confidenziali su scienza e difesa. In altre parole, sono ufficiali di prim'ordine. Si meritano ilnostro tempo, e l'investimento necessario a portarli di persona da lei. Ho bisogno solo di un paio delle sue ore. Vorrei solo avere una conversazione privata con lei di persona."

In un'altra email, risalente a gennaio 2016, con il titolo "Generale McCasland"━un riferimento a un ex ufficiale dell'aeronautica americana━DeLonge parla di Roswell e dell'Area 51, dicendo di essere in contatto con McCasland. "Deve solo dire quello che sa, ma vuole stare molto, molto attento━dato che era responsabile di tutta quella roba," scrive, "Quando la navicella cadde a Roswell, la mandarono al laboratorio della Wright Patterson Air Force Base. Il generale McCasland dirigeva proprio quel laboratorio fino a due anni fa."

Entrambe le mail sembrano parlare di un progetto a cui DeLonge e Podesta stanno o stavano lavorando assieme, anche se non è chiara la sua natura. Non si sa, oltretutto, se Podesta abbia mai risposto. Comunque, un altro messaggio ricevuto da Podesta parla di un incontro organizzato tra i due per il 24 gennaio 2016, quindi c'è la possibilità che i due si siano parlati ulteriormente. Inoltre, DeLonge si riferiva forse proprio a quell'incontro quando, a luglio, ha postato una foto su Instagram​ di quello che sembra essere il coppino di Bill Clinton. "Credeteci o no, un Sekret Meeting è proprio così", aveva scritto, prima di cancellare il post quasi immediatamente.

Insomma, niente di davvero sorprendente. Solo due tizi interessati a rivelare la verità sugli alieni che parlano di alieni e verità. Dato che tutto questo è successo prima della pubblicazione della prima parte di Sekret Machines, è possibile che si trattasse solo di ricerche per il libro. Ma chissà? Il 2016 è stato una cacofonia di eventi surreali finora, quindi magari si concluderà con qualche rivelazione clamorosa sulla vita extraterrestre da parte del tizio che cantava "I wanna fuck a dog in the ass" nei blink-182, perché no.

Segui Noisey su Facebook e Twitter.
(Foto di Phil Konstantin via Wikipedia)