Quantcast

Perché tutti sono impazziti all’ipotesi che la DPG firmi con Newtopia?

Siamo sicuri che ci sia qualcosa di così strano o compromettente nell'immaginare la Dark Polo Gang e Fedez sulla stessa barca?

Tommaso Naccari

Tommaso Naccari

Immagine via Instagram

Prima di iniziare, mi sembra giusto mettere le mani avanti, con un semplice video. Bene, ora che abbiamo chiarito tutto, possiamo parlare del fatto del giorno, del mese, dell' anno. Sembrerebbe infatti che nel mercato discografico ci sia una nuova operazione già conclusa — o quantomeno pronta a concludersi. Stando a molti indizi disseminati qua e là, infatti, la Dark Polo Gang sarebbe prossima alla firma con Newtopia, l'etichetta discografica indipendente capitanata da Fedez e J-Ax.

Tutte le illazioni sono partite da una serie di storie di una serata come le altre per la DPG, fatta di hotel di lusso, bling bling e divertimento. L'unica nota stonata per il pubblico medio della "vostra serie TV preferita" era il motivo per cui Tony, Wayne, Pyrex e Side si ritrovavano nella hall dell'Hotel Principe di Savoia a Milano: il compleanno di Fedez.

Tra Mika, Rovazzi, una serie infinita di YouTuber (tra cui Luis, TVB Luis, seguite Luis) e altre personalità X, infatti, la Dark Polo Gang ha portato un briciolo di "esghere" e flex al ventottesimo genetliaco di Fedez.

Alle storie in cui un carichissimo Pyrex canta ubriaco "Senza Pagare" al fianco di Fedez, sono seguiti poi nei giorni successivi una serie di post dalle didascalie eloquenti. Sia Wayne che Fedez hanno condiviso la stessa foto, il primo scrivendo "Star System Bitch", il secondo scrivendo "scacchiera mossa" e non potrebbe esserci miglior riassunto di quanto successo che queste cinque parole divise in due post su Instagram.

Nei giorni successivi il booker Alessandro Borgia, in arte Alepuntoebasta, ha poi "svelato" a STO Magazine che la Dark Polo Gang avrebbe firmato un accordo proprio con Fedez e Ax, scatenando la successiva ira di Tony Effe, che nelle storie lo ha accusato di "cercare solo attenzione".

Dando per buona questa voce che gira, ovvero dando per assodato che davvero la DPG sarà il prossimo gruppo nel roster Newtopia (e chi siamo noi per avere la certezza che sarà così al 100%?), la domanda da farsi è solo una, a questo punto: ha davvero senso stranirsi per tutto ciò?
Risposta breve: No.

Risposta un po' più lunga:

Se all'inizio la Dark Polo Gang era un gruppo "di rottura", da molti definito quasi punk, con il passare del tempo la loro particolarità si è normalizzata e, da outsider che erano, sono diventati dapprima trendsetter e poi parte integrante di una routine discografica di cui siamo tutti consumatori avari.

A un certo punto la DPG ha fatto quello che potremmo definire giro e tutto ciò che la rendeva particolare ha fatto sì che rappresentasse appieno il movimento che andava creandosi in Italia nel mondo (t)rap. In poche parole: da outsider la DPG è diventata "Star System" (Bitch). La benzina che portava, e porta tutt'ora, avanti l'auto Dark Polo Gang è il flexare, il fare i soldi. Innegabile come Fedez e J-Ax siano gli uomini del rap italiano — per quanto ormai per loro stessa ammissione siano solo un'intersezione con l'insieme del genere — capaci di muovere più soldi di tutti gli altri. Inoltre negli uffici di Newtopia ci sono abbastanza dischi di Platino da far brillare anche l'angolo più buio dell'Universo. Entrare nel merito della qualità musicale, del gusto musicale — sia della musica degli autori di "Senza Pagare" che di quella di chi ha creato "Sportswear" — sarebbe davvero una sottigliezza inutile nell'analisi.



Un'altra caratteristica peculiare della DPG è sempre stata quella di dare fastidio al proprio pubblico, in ogni modo, anche pisciando fuori dal vaso talvolta: la reazione sui social di tutti i fan (o ex fan) è la dimostrazione che, anche questa volta, la missione è riuscita.

Lamentarsi, poi, dell'incoerenza della Dark Polo Gang, ovvero del gruppo che agli esordi cantava "non vesto merda sportiva" con addosso una maglietta del Chelsea, be', vuol dire non aver mai capito niente della Dark.

Passando dall'altro lato della questione, quello delle "scacchiera mossa", le motivazioni sembrano ancora più chiare:

Prima di tutto, è ormai palese che la Dark Polo Gang sia un fenomeno quanto mai popolare, a questo punto della loro carriera: è normale che un'etichetta cerchi di accaparrarsi gli artisti che più di altri possano portare dei guadagni. Ma se il mero guadagno non bastasse, dietro quella caption, "scacchiera mossa", c'è anche una sorta di soddisfazione non troppo velata, un dito medio a chi in continuazione addita Fedez come il più odiato. Quasi a dire: "sono il più odiato? Sì. Eppure adesso sono il discografico dei vostri beniamini. Nah mean?" Una dimostrazione di forza nei confronti della concorrenza con un gesto molto rap, ecco.

È anche vero che, nelle ultime settimane, la Dark Polo sta spingendo più che mai la pagina della propria etichetta, Triplo Sette Ent. In molti vedono in questa cosa uno spiraglio di luce, per continuare con il "bello de produsse da soli". Rimane il fatto che se, davvero, la Dark Polo Gang avesse firmato per Newtopia, non ci sarebbe nulla da preoccuparsi.

Fa tutto parte del piano.

Segui Noisey su Instagram, YouTube e Facebook.