Le reazioni dei musicisti alla vittoria di Trump

Da Chance the Rapper a, M.I.A., El-P, Earl Sweatshirt e Lotic, il mondo della musica non è mai stato così in lutto.

|
09 novembre 2016, 11:39am

Forse ancora non lo sapete, ma stanotte gli Stati Uniti hanno decretato chi sarebbe stato il loro prossimo Presidente, e ha vinto Donald Trump. Non è uno scherzo, è tutto vero, e il candidato repubblicano si è guadagnato la vittoria su tutti gli stati decisivi, con uno scarto anche piuttosto rilevante.

Sono tempi bui, e in momenti come questi è normale cercare conforto nella musica e tra le braccia di chi la compone per rendere più lievi le nostre giornate o per farci riflettere sul mondo in cui viviamo. Quando fuori c'è il caos totale, è bene creare ancora più caos, e in questo la musica può esserci d'aiuto. Qui sotto abbiamo raccolto alcune delle dichiarazioni a caldo postate dai musicisti che seguiamo, che suonano bene se nel frattempo schiacciate play al canto funebre dal titolo eloquente che Lotic ha composto con una mano dalla Santa Beyoncé in "onore" di questo cataclisma di nome Trump.

"being in the time zone i'm currently in meant that i woke up just as the first polls were closing. i watched anxiously, while trying to go about my day as usual, as he consistently held the lead both in the popular and electoral vote. while not surprised, i immediately began to mourn for those whose lives will immediately be affected by the unfortunate outcome of this election. all i knew to do was to try to offer the tiniest bit of hope to them, to all of us. i know it's not much, but working on this helped me keep sane (?!) throughout this tragedy. here is my 'election anxiety/america is over edit' of beyoncé's 'formation'.

(free download coming once i've had more time to process all of this and to properly mix and master.)

all we can do right now as we look hate in the face is respond with love. channel your anger, your sorrrow, all of your confusion. for good. stay safe, but offer a loving hand." ❦

Chiaramente il tweet conclusivo è quello della musicista che più si è impegnata nella campagna anti-Trump negli scorsi mesi (ha iniziato addirittura a utilizzare l'emoticon cesso per definirlo) e che per l'occasione ha rinunciato addirittura al caps lock. Siamo sempre al tuo fianco divina Cher:

(Immagine via JME su Twitter)

Segui Noisey su Facebook e Twitter.