Tuffati nello spazio profondo con 'Planètes' di Jean Hoyoux

La storica opera di musica spaziale verrà reinterpretata live a Milano il 3 novembre in un'eccezionale performance audio/video. Noi abbiamo un'anteprima esclusiva.

|
ott 16 2017, 9:10am

Jaak DeDigitale

È il 1981 e siamo in Belgio. Jean Hoyoux ha appena finito di osservare le stelle con il suo telescopio, come fa quasi tutte le notti. Con gli occhi ancora pieni del rosso di Marte, del giallo di Giove, del blu di Nettuno, si siede dietro la sua scrivania, occupata dalle ultime novità in fatto di strumenti elettronici. Sintetizzatori modulari, vocoder ed effetti vari lo circondano come la plancia di comando di un'astronave. Con un dito fa partire il registratore a nastro, e si lancia nella composizione di un'ode ai pianeti.

Questo è Planètes, un album originariamente stampato in 99 copie, autonomamente, dal suo stesso autore, e distribuito attraverso l'istituto da lui fondato, l'Institut Nationale d'AnthropoCosmologie (INAC), volto allo studio del rapporto tra uomo e spazio-tempo. L'album, infatti, svolge la doppia funzione di esplorare distanze siderali e microcosmi psicologici, con lo scopo dichiarato di fungere da terapia sonora per persone con disturbi della crescita, dell'evoluzione e di percezione dell'io.

Con la morte di Hoyoux nel 1986, Planètes rimane nel dimenticatoio per trent'anni, finché l'etichetta belga Cortizona non lo ripesca e lo ristampa nel 2017, in un'edizione in tutto e per tutto fedele all'originale. Come potrete capire, l'album desta l'attenzione del mondo dell'elettronica sperimentale, della psichedelia e di tutta quella comunità di appassionati di musica ai margini, esaurendo le prime due stampe a velocità record.

È così che viene l'idea di prendere un gruppo di synth-music contemporaneo, Meteor Musik, attrezzarlo con gli stessi strumenti usati da Hoyoux e mettere in scena la musica di Planètes dal vivo, in spettacoli audio/video unici. È quello che succederà il 3 novembre al Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano, grazie all'impegno dell'associazione Lofficina del Planetario e della curatrice Marina Calvaresi. Per essere chiari, questo significa che ci si troverà all'interno di un meraviglioso planetario, seduti nelle sue comodissime poltrone, lo sguardo rivolto verso l'alto, nel buio totale, con questa musica suonata dal vivo. E sulla volta del planetario avverrà davanti ai nostri occhi un videomapping in diretta curato dal videomaker belga Jaak DeDigitale appositamente per l'occasione. Ma sono cose difficili da spiegare a parole, per questo abbiamo chiesto all'organizzazione un trailer video in esclusiva da mostrare ai lettori di Noisey. Eccolo qua:

Meteor Musik plays Planètes sarà venerdì 3 novembre alle 20:30 al Planetario Civico di Milano.

Segui Noisey su Instagram e Facebook.