Federico Fiumani ha accusato di molestie l'organizzatore del Supernova festival di Genova

Il cantante dei Diaframma ha cancellato la sua data a Genova per il Supernova Festival e coraggiosamente denunciato Emanuele Podestà, proprietario di Habanero Edizioni e dell'agenzia di booking Supernova.

|
nov 21 2018, 11:06am

Ieri, con un post pubblico su Facebook, Federico Fiumani dei Diaframma ha spiegato i motivi che l’hanno portato a cancellare un concerto che gli era stato commissionato a Genova. È facilmente intuibile, dai riferimenti spaziali e temporali che Fiumani dà nel suo post, che si riferisca al Supernova Festival. I motivi che l’hanno portato a questa decisione riguardano la supposta condotta dell’organizzatore Emanuele Podestà nei confronti di alcune ragazze che hanno avuto a che fare con lui, sia come organizzatore di eventi che come publisher della sua casa editrice Habanero Edizioni.

"Come facilmente si evince dai commenti sotto al mio post di pochi giorni fa riferito al fatto che io non suono nei Festival organizzati da gente che picchia le donne, le manda all'ospedale, le tiene segregate in casa per due giorni, gli spegne sigarette in faccia e le aggredisce per strada, la città è Genova, e il festival si svolge verso la fine di aprile", ha scritto Fiumani facendo riferimento a un suo post Facebook privato e pubblicato in precedenza.

Fiumani racconta che avrebbe dovuto suonare al festival il prossimo 25 aprile ma ha deciso di annullare la data. Poi aggiunge: "In questi giorni la mia attività principale è scrivere a tutti i miei amici musicisti, agenzie di Booking, giornalisti, informandoli che c'è gente che, invece di stare in galera, organizza festival musicali. Se ci suonate sapendo che razza di m**** è l'organizzatore, avrete tutto il mio disprezzo". In conclusione, Fiumani accusa l'organizzatore di pubblicare libri di giovani scrittrici in cambio di prestazioni sessuali.

Su quest'ultimo punto era già intervenuta una ragazza qualche mese fa quando, con lo pseudonimo Kants Exhibition su Facebook, in un post pubblico aveva raccontato la sua storia e condiviso screenshot di messaggi ricevuti da Podestà ad agosto 2016: "Ci sono due modi di chiudere un contratto: o lo firmiamo o lo firmiamo e suggelliamo la nostra alleanza con un bel 69", aveva scritto lui. Apparentemente dopo il rifiuto della ragazza, l’accordo di pubblicazione è saltato.

Podestà ha organizzato e continua a organizzare con la sua agenzia di booking concerti di buona parte della scena indie italiana. Secondo quanto si legge nei commenti al post di Fiumani (ad esempio questo) la presunta condotta di Podestà è un argomento di cui si parla all'interno della scena da anni, ma fino ad ora nessun artista ne aveva parlato pubblicamente. Al momento, né Podestà né le band coinvolte nel festival hanno ancora rilasciato dichiarazioni sulla scelta di Fiumani.

Se sei coinvolt* in questa o altre vicende e vuoi condividere la tua testimonianza, contattaci a mattia.costioli@vice.com e elia.alovisi@vice.com.

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.

Una versione precedente di questo articolo citava erroneamente le band che hanno partecipato all'edizione 2018 di Supernova come le stesse che avrebbero partecipato all'edizione 2019.