Go! Zilla, i mostri psichedelici

Parliamo di droghe, concerti ed altre amenità con i Go!Zilla, che suoneranno a giugno alla Turin Psych Night.

|
mag 21 2014, 10:35am

Un paio di anni fa a Firenze sono nati i Go!Zilla, una band tumultuosa di rock psichedelico, vagamente sulla scia dei Crocodiles, fondata da Luca Landi (chitarra/voce) e Fabio Ricciolo (batteria/voce), ai quali più tardi si unirà Mattia Biagiotti (chitarra). Da quel momento in poi, il trio fiorentino ha avuto più di 300 date dal vivo, ed ora, per la prima volta, hanno lasciato il vecchio continente per andare al Festival Marvin in Messico. Quando torneranno, li porteremo a Torino (insieme ai Night Beats e ad Al Lover, il DJ ufficiale dell'Austin Psych Fest) per la Turin Psych Night del 13 giugno. Luca, il leader del gruppo, ci ha parlato di viaggi lisergici e band italiane che spingono.

Noisey: Come vi siete conosciuti?
Luca: Fabio ed io abbiamo iniziato a suonare insieme nel gennaio dello scorso anno, poi gli ho chiesto di entrare in questo progetto come batterista. Dopodiché entrò Mattia, come secondo chitarrista. Fai che il primo concerto che ha fatto con noi è stato davanti a 35 mila persone... Assurdo.

In che gruppi suonavate prima di Go!Zilla?
Avevo una beat band chiamata I Riviera, prima di questa c'era un'altra band, Save The Polar Bears. Fabio adesso suona anche in un altro gruppo, molto figo, che si chiama Plastic Man, e Mattia aveva una band blues, i Sangue Di Rapa.

Qual è stata la data più pazza a cui avete suonato?
Sicuramente quella di Toulouse, Francia. Abbiamo suonato per un'associazione che si chiama Psychedelic Revolution, è stato totalmente fuori di senno, il posto era pienissimo e la gente ballava, gridava, era presa benissimo. È stata una situazione talmente assurda che Fabio alla fine ha pure distrutto la batteria. Allez La France!

Ci sono altri gruppi italiani che vi piacciono?
The Vickers, sono musicisti fantastici, oltre ad essere nostri grandi amici. Pop psichedelico con vocal incredibili...

Come descriveresti la musica di Go!Zilla? Secondo te c'è un luogo appropriato per ascoltarla?
Il nostro sound è poderoso, ha un tocco di psichedelia degli anni Sessanta. Chiaro che ci piace suonare ai festival, sono posti in cui abbiamo un grande riscontro.

Sapevate che c'è un'altra band che si chiama GoZilla? Li avete ascoltati?
Se ti riferisci al gruppo inglese Go-Zilla, sì, abbiamo visto qualche loro video su YouTube.

Andrete a vedere il nuovo film Godzilla?
Non siamo molto fan di questi mostri enormi, ma, perché no?

Ho letto che vi ritenete una band più adatta ai live che ai dischi. Cosa c'è di così speciale nei vostri live?
Siamo sempre migliori dal vivo, come tante band, c'è più emozione. Oltretutto noi abbiamo fatto almeno 300 live, siamo animali da palco.

C'è qualche vostro fan che vi piace particolarmente?
Sì, abbiamo un fan specialissimo chiamato Andreas. Ha scritto una recensione del nostro album sul suo blog ed è anche grazie a lui che abbiamo potuto suonare in Messico. Questo è il miglior regalo che ci potessero fare.

Qual è il posto più bello in cui suonare in Italia?
Abbiamo avuto grande riscontro a Roma, tra poco andremo a Torino, ma forse uno dei nostri posti preferiti è il Tender Club a Firenze... È come se fosse casa nostra.

Vi siete mai fatti dei viaggi con le droghe? Qual è stato il migliore?
Decisamente coi funghetti... Però non è che ci droghiamo un granché.

Mentre aspettiamo di sentirli a Torino, ecco l'album di debutto dei Go!Zilla, Grab a Crocodile, qui sotto:

Potete trovare qui tutte le altre date dei Go!Zilla.