Godblesscomputers - Veleno

Lorenzo Nada ha deciso di purificarsi dal veleno della tristezza con un nuovo album, che trovate solo ed esclusivamente qua

|
mar 31 2014, 8:39am

Non ho idea di che tempo facesse nel resto d'Italia stamattina, ma quando mi sono svegliato l'atmosfera sembrava perfetta per ospitare come colonna sonora il nuovo disco di Lorenzo Nada AKA Godblesscomputers. C'era tantissima luce ma l'aria era ancora fredda, non si muoveva ancora granché ma c'era una certa tensione in lontananza, come se il traffico stesse iniziando a muovere seriamente i muscoli. Metteteci anche l'ancora totale rincoglionimento totale da sonnolenza, e i rimasugli di un sogno.

Veleno suona così: come un risveglio tutt'altro che improvviso, ma che pian piano fa perdere d'innocenza i sogni. Resta elegante e morbido, tutto delay chill wave e camopaneli, mostrando comunque una parte dura e amarognola, fatta di ritmiche garage, con piccoli sconfinamenti nella jungle. A quanto pare, nelle intenzioni dello stesso autore c'è un'elevazione del suono su piani più spirituali, illuminato di field recordings registrati tra India e Mongolia e in seguito manipolati. Il veleno del titolo, quindi, potrebbe essere quello che indù e buddhisti chiamano kleśa, la triplice intossicazione di ignoranza, attaccamento e rabbia.

L'album esce il 4 Aprile, coprodotto da Fresh Yo! Label e White Forest, e fino a quel giorno lo troverete esclusivamente in streaming qui. Già che ci siamo, vi regaliamo anche il video, appena uscito, di "Nothing To Me," girato in una tragica e magica Bologna.

Potete ordinare la vostra copia fisica di Veleno qui.